Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Mauritius 10 cose da non perdere

post.images.0.alt

Mauritius, isola principale dell’omonimo arcipelago, è ricca di splendide spiagge, dimore coloniali e riserve naturali da visitare.

Ho conosciuto quest'isola meravigliosa oltre 30 anni fa grazie alla mia amica Bilkiss e l’ho visitata per la prima volta nel 1999 per poi tornarci ancora appena ne ho avuto occasione ed insieme ad Andrea.

Leggi tutto...

Naturalmente... Mauritius

post.images.0.alt

L’isola di Mauritius è rappresentata nell’immaginario collettivo come un susseguirsi di splendide spiagge sabbiose, una più bella dell’altra, tutte con sabbia bianca e orlate da palme, ed in effetti la costa di Mauritius è veramente spettacolare ma non esistono solo le coste… l’interno dell’isola è molto verde e ricco di foreste, cascate e diverse riserve naturali private e non che meritano di essere viste.

Leggi tutto...

Mauritius Oh my God

post.images.0.alt

La cosa che più mi colpisce di Mauritius è come coesistano così tante religioni diverse in un’isola relativamente piccola e come – forse alchimia? - si siano un po’ amalgamate. Un esempio? puoi trovare un’indiana di religione mussulmana, sposata con un cinese cattolico che ha voluto benedire il matrimonio in un tempio tamil. Facile, vero?

Leggi tutto...

Mauritius coloniale

post.images.0.alt

Mauritius era già nota agli arabi del X secolo, ma venne ufficialmente scoperta dai portoghesi all’inizio del 1500. L’isola era disabitata e così rimase fino all’arrivo degli olandesi che la battezzarono Mauritius. Passò poi sotto il controllo francese e quindi inglese fino all’indipendenza del 1968.

Il primo effetto del colonialismo fu l’estinzione del Dodo, un grande uccello che non sapeva volare e che è divenuto uno dei simboli di Mauritius e del WWF.

Leggi tutto...