Maku

Maku - storia di un siamese

Mi presento sono Maku, siamese di 12 anni, dall'artiglio veloce, il pelo lucido e l'occhio azzurro, sono il feroce felino di Sandra, la mia adorata padroncina.

Mi permetto di prendermi 2 minuti per raccontarvi la mia storia, ho conosciuto Sandra 8 anni fa quando la peVfida donna che mi aveva maltrattato per 4 anni ha deciso di disfarsi di me perchè il suo attuale compagno detestava i gatti, Sandra è stata l'unica a volermi, me, gatta di ormai 4 anni troppo grande per poter essere voluta da qualcuno e terrorizzata dagli esseri umani avviata a morire in gattile.

Quando sono entrata in casa la prima volta ho visto un luogo pulito e luminoso e non la stanza buia dove mi chiudevano... ho girato per ore in tutte le stanze annusando ovunque e cercando luoghi per eventuali rifugi... Sandra me l'ha lasciato fare restando immobile sdraiata sul divano a guardarsi la tv... come se nemmeno mi vedesse... ho girato per ore e quando ho capito che il luogo non era ostile ho iniziato a guardare quello strano essere umano con quegli assurdi vestiti rosa a margheritone bianche che sembrava non accorgersi di me...

Ho deciso di correre il rischio e mi sono avvicinata, sono saltata sul divano, lei mi ha presa in braccio e lì ho capito che ci sapeva fare con i felini... oh si... mi ha presa in braccio proprio bene, nel modo giusto e poi ci siamo guardate... era grande e grossa come la mia vecchia peVfida padrona ma mi guardava con dei grandi occhi marroni da bimba e con la mia stessa curiosità, anche lei mi stava studiando, e niente... è stato amore a prima vista non ho potuto evitare di darle una leccata sulla guancia... lei ha sorriso e io ho pensato che la mia nuova padroncina sapeva anche di buono!

Ma non mi fidavo ancora... c'erano ancora tante variabili da verificare... la sera mi hanno dato la pappa... finalmente pappina buona non quel pappone terribile che mi dava la peVfida... un altro esame superato... e poi è arrivato il momento di andare a nanna... mi ero accoccolata su una sedia, pensando a come sarebbe stata la mia nuova vita quando l'ho vista tornare stavolta con un piagiamino azzurro, mi ha presa e portata con lei nel lettone... mi sono arrotolata vicino a lei, mi ha coperta calda, ho appoggiato la testa sul suo braccio e lei la sua sulla mia schiena... la sentivo respirare tranquilla vicino a me e lì ho capito... finalmente anche Maku aveva trovato la sua casa, una casa tutta sua che, finalmente, sapeva di nido!