Creta visitare Heraklion e Knossos

post.images.0.alt

“Sandra e Andrea amano Creta!” Ecco cosa potremmo scrivere su un muro a lettere cubitali. Quest`anno e’ stata la seconda volta e molto probabilmente ce ne sarà una terza.

Un’isola fiera, abitata da persone gentili e cortesi, con un’identità molto forte che la rende un luogo unico all’interno del panorama greco. La caratterizza un’ottima cucina fatta con materie prime di alta qualità, buon vino, ottimo olio e panorami mozzafiato.

Leggi tutto...

Creta 3 giorni all'est

post.images.0.alt

Lasciamo Heraklion di prima mattina ed imbocchiamo veloci la superstrada che ci porterà nella zona più orientale di Creta.

La prima tappa sarà Elounda, da cui si godono splendidi panorami del Golfo di Mirabello, ma tempo di lasciare i bagagli e ci dirigiamo subito verso Agios Nikolaos, la cittadina più grande della zona, piena di negozietti e con una piacevole vita serale, per correre alla spiaggia di Almyros. Dopo il caldo patito girovagando per Knossos e Heraklion sognavamo il mare!!

Leggi tutto...

Creta: Cosa fare in 2 giorni a Rethymno

post.images.0.alt

Arriviamo a Rethymno nel primo pomeriggio di una giornata molto calda e, avendo scelto un alloggio nel centro pedonale, iniziamo a cercare un parcheggio intorno alla piazza principale. Il simpatico edicolante ci spiega come funziona il pagamento a mo’ di “gratta e vinci”, e Andrea si diverte molto a pagare la sosta!

Leggi tutto...

Creta: cosa fare 2 giorni a Hania

post.images.0.alt

Partiamo da Rethymno in mattinata e percorrendo la comoda superstrada ci dirigiamo ad Hanià. La strada costeggia per lunghi tratti il mare, regalando scorci davvero magnifici che lasciano immaginare ciò che ci aspetta nella parte più occidentale dell’isola.

Di tutte le città cretesi Hanià è la nostra preferita per tanti motivi. Perché le vie del centro, anche se affollate, restano comunque invitanti, perché è ricca di negozi che vale la pena visitare, perchè ha tanto da vedere e infine, perchè ha un fascino particolare.

Leggi tutto...

Creta ovest: le spiagge più belle

post.images.0.alt

Lasciamo Hania e la parte nord, la più turistica di Creta, e ci dirigiamo a occidente verso la nostra prossima base: Kissamos.

Ci eravamo già stati nel 2016 e notiamo subito lo sviluppo alberghiero. Se due anni fa era stato difficile trovare una pensione ora invece gli alberghi sembrano spuntati come funghi dopo la pioggia, ma noi torniamo ai Mediterranean Studios ed al nostro piccolo monolocale con balconcino. Lo stile è spartano ma pulito e ci troviamo in una zona tranquillissima nella campagna appena fuori il paese e con una bella piscina dove tergiversare anche la sera dopo cena!

Leggi tutto...

Creta sud: cosa fare nella regione di Sfakia

post.images.0.alt

Dopo una lauta colazione carichiamo la macchina, salutiamo Kissamos e partiamo alla volta della costa meridionale di Creta e la regione di Sfakia.

Più precisamente abbiamo scelto come base per i prossimi giorni Chora Sfakion e la strada per arrivarci è davvero spettacolare, da sola varrebbe il viaggio. Torniamo ad Hanià e da qui scendiamo verso sud, attraversiamo le prime montagne che troviamo a Creta e poi il paesaggio totalmente dominato dalle caprette si apre con splendide viste della costa. E’ amore a prima vista!

Leggi tutto...

Creta sud: cosa fare a Triopetra

post.images.0.alt

Lasciamo Chora Sfakion e la sua regione di Sfakia con molta difficoltà, perché in nessun altro luogo ci siamo davvero riposati, e siamo riusciti a staccare la spina grazie alla particolare tranquillità che la caratterizza, ma il viaggio prosegue ed è ora di dirigersi verso la nostra prossima base: Notos.

Percorriamo la costa con una breve sosta per visitare i resti della fortezza veneziana di Frangokastelo, dove si è combattuta una sanguinosa battaglia. La leggenda vuole che il 17 maggio di ogni anno, il giorno dell’anniversario, i fantasmi dei soldati morti si manifestino al suo interno.

Leggi tutto...

Creta centrale: Zaros, Matala e Festo

post.images.0.alt

Triopetra ed i Notos apartments sono ormai alle nostre spalle, e anche qui lasciamo un pezzettino di cuore. Bando ai sentimentalismi, perché le nostre vacanze ormai volgono al termine e ci muoviamo per l’ultimo spostamento verso l’interno: il paese montano di Zaros.

Percorriamo la strada che dal mare ci porta versol'interno con meno entusiasmo, visto che incontriamo per la prima volta traffico e cittadine non proprio da cartolina, così la sensazione che le vacanze siano davvero finite si fa molto reale. La strada sembra interminabile, in un saliscendi di colline che poi apprezziamo. L`anima che traspare è ribelle e allo stesso tempo rurale.

Leggi tutto...