Christmas

Natale in Toscana: itinerario di cinque giorni

Scegliere una destinazione per le feste di Natale non è mai cosa facile. Spesso si scelgono destinazioni nordiche o comunque alpine per godersi paesaggi innevati come in Valle d’Aosta o i mercatini fiabeschi dell’Alsazia.

Noi abbiamo provato a cambiare, con una destinazione più insolita in questo periodo e quindi abbiamo trascorso cinque giorni visitando alcune belle località della Toscana.

Un giorno a Lucca

Arriviamo a Lucca in tarda mattinata, il tempo di lasciare i bagagli in albergo e usciamo subito a visitare la splendida città famosa per la sua intatta cinta muraria del cinquecento, una delle meglio conservate in Europa e trasformata in gradevole passeggiata pedonale.

Lucca

Lucca

Da non perdere piazza dell’Anfiteatro, unica nel suo genere, ideata dall’architetto Nottolino sui resti dell’antico anfiteatro romano del quale riprende la forma arrotondata.

Nel medioevo Lucca era famosa per le sue 100 chiese e le sue 250 torri, ma oggi ne rimangono solo alcune tra cui la Torre Giunigi che alla sua sommità ospita un famoso giardino pensile di lecci che si può raggiungere salendo 230 gradini. La salita non è difficile e lo sforzo viene ripagato dallo splendido panorama della città.

Lucca
Lucca

Purtroppo non abbiamo molto tempo così andiamo a visitare la Cattedrale di San Martino, la chiesa di San Michele in foro. Si chiama così perchè costruita nel sito dell’antico foro romano e secondo una leggenda in particolari condizioni di luce si può intravedere lo scintillio verde di uno smeraldo nascosto nella sua facciata.

Abbiamo concluso con la Basilica di San Frediano, antico luogo di culto in stile romanico con lo splendido mosaico dell’ascensione di Cristo.

Lucca San Michele in Foro

Lucca San Martino
Lucca

Lucca San frediano

Lucca meriterebbe molto di più dell'unico giorno che possiamo dedicarle e la lasciamo di prima mattina con la consapevolezza che abbiamo un debito con lei, ma quando abbiamo ideato questo itinerario sapevamo che avremmo dovuto rinunciare a qualcosa per poter avere in cinque giorni un'assaggio della bella Toscana.

Pisa: Piazza dei Miracoli

Ci fermiamo a Pisa per visitare la piazza dei miracoli e la troviamo invasa dai turisti che come noi hanno approfittato della bella giornata di sole per visitare uno dei luoghi simbolo conosciuto in tutto il mondo e dal 1987 dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità.

La splendida piazza costruita tra XI e XII secolo esemplifica la vita dell’uomo, ad iniziare dal Battistero che ha un’acustica straordinaria, la Cattedrale di Santa Maria Assunta, il Campanile, il vero gioiello della piazza conosciuto anche come Torre pendente, ed il Camposanto che è stato l’ultimo monumento a venir ultimato nel XIII secolo e che nel corso del Trecento viene decorato da splendidi affreschi sul contrasto tra la vita e la morte, tra cui “Il trionfo della morte” da poco restaurato.

Pisa Battistero

Pisa Camposanto

Pisa Camposanto
Pisa Camposanto

Pisa Camposanto

Pisa Camposanto

Nella piazza è possibile visitare anche Il Museo delle Sinopie che ospita i disegni preparatori degli affreschi del Camposanto ed il Museo dell’Opera del Duomo che espone opere scultoree di varie epoche provenienti dai monumenti della Piazza dei Miracoli.

continua...