Messico: itinerario di 9 giorni nello Yucatan

Dopo anni passati a sognare guardando film e documentari sul Messico, e in particolare sui Maya, finalmente nell'agosto 2014 siamo risuciti a partire per la nostra agognata meta centroamericana: la penisola dello Yucatan.

Sicuramente agosto non è la stagione migliore per visitare il Messico; e, sempre sicuramente, i 12 giorni di vacanza di cui potevamo usufruire (che al netto degli spostamenti da e per l'Italia si riducevano a 9) erano troppo pochi per fare un tour come si deve. Però quelli erano il mese e i giorni a nostra disposizione e, lungi dal lamentarci, abbiamo cercato di farne il miglior uso possibile!

Organizzazione del viaggio

Chichen Itza

Per i primi 3 giorni abbiamo optato per aggregarci a un tour organizzato. Il pacchetto, che prevedeva spostamenti in pulmino assieme ad altri turisti, era proposto da un'agenzia locale.

Questa scelta si è rivelata davvero vincente, per diversi motivi:

1. Il tour era incentrato su visite di grande interesse archelogico ed etnologico, il motivo principale per cui volevamo andare in Messico.
2. Abbiamo evitato problemi logistici come la ricerca di mezzi pubblici che collegassero le località scelte da noi e le eventuali prenotazioni dei relativi biglietti.
3. Nel caso fosse stato necessario noleggiare un'auto, abbiamo evitato il disagio di dover guidare col caldo soffocante, su strade sconosciute e con l'assillo di avere i minuti contati per gli spostamenti.
4. Non abbiamo perso tempo in code per biglietti e ingressi nei siti che abbiamo visitato.
5. I racconti e le spiegazioni della nostra guida sono stati utili e molto interessanti, un vero plus del pacchetto.
6. Avere una guida locale ci ha evitato di avere problemi ai posti di blocco della polizia, che in Messico possono diventare esperienze molto poco piacevoli... E su questo punto non aggiungiamo altro.

All'aereo per il Messico e agli ultimi 6 giorni abbiamo pensato noi, utilizzando i mezzi pubblici per gli spostamenti necessari.

Il nostro itinerario nello Yucatan

Riserva della Biosfera Sian Ka'an

Che dire? Il nostro tour è stato frenetico ma entusiasmante!

Abbiamo camminato in mezzo a meravigliose rovine, che ci hanno fatto sognare di antichi splendori e gloriose civiltà; siamo scesi, non senza qualche brivido, nelle profondità della Terra; ci siamo tuffati in affascinanti e misteriose formazioni geologiche chiamate cenotes; abbiamo visitato una favolosa riserva naturale, Patrimonio dell'Umanità; abbiamo scoperto coloratissimi mercati locali; abbiamo assaggiato piatti deliziosi; e (ebbene sì!) ci siamo anche rilassati al mare.

Ecco il nostro itinerario completo:

Cenote Messicano

Vi abbiamo incuriosito? Speriamo di sì, perché nei prossimi articoli vi illustreremo nei dettagli il nostro viaggio in Messico, tappa per tappa, portandovi con noi alla scoperta di quello scrigno di tesori preziosi che si chiama Yucatan.

Come si dice in questi casi... Stay tuned!