Portogallo: Lisbona, capitale d'atmosfera

Ho paura di volare e il famoso detto “partire è un po’ morire” mi si adatta perfettamente! Ogni volta che salgo su un aereo, nel momento in cui la hostess chiude il portellone e mi convinco di non poter più fuggire mi chiedo come ho fatto a ritrovarmi di nuovo lì. In pochi attimi divento un’altra persona totalmente irrazionale, sicura che i bordi dei finestrini siano di cartone, che il decollo sia un momento infernale in cui credo di stare per morire. Una volta mi sono convinta che un aereo ci stava seguendo e ci stava venendo contro, per poi capire che era la lucina del vicino che leggeva riflessa nel vetro… non aggiungo altro…

Andrea - mio marito e anche compagno di viaggio - invece è calmissimo, legge, guarda fuori dal finestrino senza pensare che l’ala si stia staccando e riesce anche a dormire. Fortunatamente è sempre attento e quando mi vede entrare in paranoia mi prende per mano e… serve, serve moltissimo!

Nonostante me e un pessimo volo arriviamo a Lisbona nel primo pomeriggio. La città è affascinante, sofisticata e non può non conquistare. Non si tratta tanto di monumenti (pur essendocene di pregevoli), ma è proprio l’atmosfera che si respira camminando per le sue strade: che si sia nel centro pieno di negozi o si stia salendo per i ripidi vicoli dell’Alfama o si trascorra la serata nei locali all’aperto del Bairro Alto, Lisbona entra nell’anima.

panorama di Lisbona

panorama di Lisbona

piazza del Rossio

Tre giorni sono sufficienti per vedere il meglio che la città ha da offrire, concedendosi anche una gita fuori porta a Sintra ed i suoi palazzi.

panorama di Lisbona

In centro meritano la visita il Castelo de S. Jorge, per la vista che si gode della città, la cattedrale, il quartiere dell’Alfama, i vari miradouri (punti panoramici), il Convento do Carmo, l’ascensore di Santa Justa e percorrere una delle vie pedonali, ricche di negozi, che dalla piazza del Rossio porta in piazza do Comercio da cui si apre la vista del grande fiume, il Tago. Buona parte della città antica è stata cancellata da un violento terremoto il 1 novembre 1755 ed il convento do Carmo rimane come museo a cielo aperto per ricordare quel giorno.

elevador di Santa Justa
cattedrale di Lisbona

monastero do carmo
monastero do carmo

In autobus si può comodamente raggiungere Belem e visitare lo splendido Mosteiro dos Jeronimos, sito patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, la torre di Belem, il monumento delle scoperte e l’interessante museo delle carrozze.

mosteiro dos Jeronimos

mosteiro dos Jeronimos

mosteiro dos Jeronimos
mosteiro dos Jeronimos

monumento delle scoperte

Oppure fare una gita in giornata nella vicina Sintra, Cabo da Roca e Cascais

Hotel

Hotel My Story Ouro

Rua Aurea 100, Lisbona

La scelta è stata mirata per l’ottima posizione in pieno centro, vicino alla fermata della metropolitana. Le Camere sono un po’ piccole, ma di charme. Ideali le camere ai piani più alti con vista. Il personale disponibilissimo a dare informazioni e rispondere ad ogni necessità, ci ha dato molte indicazioni che hanno fatto la differenza durante la nostra permanenza a Lisbona. Ottima colazione continentale.

Ristoranti

Taberna Sal Grosso

Calcada do Forte 22, Lisbona

Fondamentale la prenotazione perché il locale ha pochissimi tavoli. Non è proprio in centro, è vicino alla stazione Sant’Apollonia, ma vale la pena arrivarci per la cortesia, la qualità e la convenienza. Cucina tipica in un luogo particolarissimo, a cominciare dall’assenza di un’insegna all’esterno e dal menù affisso alla parete scritto su una grande lavagna. Alla fine della cena la Gingjinha offerta (tipico liquore alla ciliegia) è davvero la “ciliegina” finale su un’ottima serata.

Ena Pai

Rua dos Correeiros 180-182, Lisbona

Ristorantino tipico in pieno centro che si distingue da tutti gli altri ristoranti turistici per aver mantenuto una sua personalità. Un’ottima scelta per cenare in centro con buona qualità. Ci ero già stata parecchi anni fa e ha conservato qualità ed economicità.

Esperienze

Portugal Wedding Photographer

Per festeggiare il nostro quinto anniversario ci siamo concessi un piccolo servizio fotografico, giusto per avere un ricordo dell’anniversario, delle vacanze e della splendida Lisbona. Per mettere insieme tutte queste esigenze Anastasia, fotografa ed organizzatrice di eventi di successo, è la persona giusta. Lasciata la Russia è venuta a vivere in Portogallo per trovare la propria realizzazione. Anastasia ci è riuscita! Conoscere una persona come lei, non può che arricchire. Provo sempre ammirazione per chi ha la forza e l’intraprendenza di mettersi in gioco, soprattutto se si tratta di una donna.. É stato uno dei momenti migliori del nostro viaggio, ci siamo divertiti a girare per le vie del centro per oltre un’ora, cercando le location giuste per i nostri scatti.

sandra e andrea a Lisbona
sandra e andrea a Lisbona

sandra e andrea a Lisbona

sandra e andrea a Lisbona
sandra e andrea a Lisbona

sandra e andrea a Lisbona

Negozietti

Difficile selezionare in mezzo alla miriade di negozi di Lisbona quindi consiglierò quello che per noi è stato un ottimo modo per risolvere il fatico problema dei “regalini”. Volete portare un regalo originale e poco impegnativo ai vostri amici? Ecco la soluzione: sardine!

Loja das Conservas

Rua do Arsenal 130, Lisbona

Troverete tutti i tipi di scatolette di sardine, baccalà o altro. Il personale è molto disponibile e parla anche italiano. Fate solo attenzione al peso perché in aeroporto nel bagaglio a mano non accettano scatolette con peso superiore ai 100 gr. Ci sono tanti negozi o drogherie che vendono questo genere di souvenir, ad esempio quelli personalizzati con gli anni di nascita (7 euro a scatola) e ne troverete anche in aeroporto prima di partire, ma ho consigliato questo negozio perché con le pareti completamente ricoperte di scatolette colorate è una delizia per gli occhi e per due bimbi “grandi” come noi è stato come una calamita.

Informazioni utili

Lisbona è comodamente e facilmente visitabile con i mezzi pubblici, sin dall’arrivo in aeroporto si può utilizzare la metropolitana per arrivare in centro.

Se si pensa di visitare alcuni monumenti o musei e di raggiungerli con i mezzi pubblici è conveniente e pratico fare la Lisboa Card, da 24, 48 o 72 ore (19, 32 o 40 euro), che permette di utilizzare gratuitamente i mezzi di trasporto (compresi ascensori, tram e anche il treno per Sintra) e dà accesso gratuito o con uno sconto alla maggior parte dei musei di Lisbona.

www.visitlisboa.com, anche in versione italiana, è il sito dove si può prenotare da casa la propria card e ritirarla all’ufficio del turismo (AskmeLisboa) presente all’uscita dell’aeroporto.

Ah, è vero che i mezzi sono anche pittoreschi, ma occhio al tram 28, molto famoso ed utilizzato da turisti: è sempre pieno, spesso rimane imbottigliato nel traffico inoltre è frequentato da borseggiatori. Consiglio? Prendere in considerazioni altri mezzi più comodi o semplicemente altre linee di tram.

Se siete in appartamento o volete risparmiare sui pasti comodi ed economici sono i supermercati Pingo Doce, sono in tutto il Paese e molti hanno un piccolo bar/self service annesso veramente economico dove si può mangiare un pasto completo di buona qualità a meno di 10 euro.