Viaggio in Messico 2014 – Giorno 2: grotte di LolTun e Uxmal

post.images.0.alt

Vi ricordate? C'eravamo lasciati a Mérida quando, stanchi morti dopo la nostra prima giornata in Messico, siamo crollati sul letto come due sacchi di patate (dolci, naturalmente, visto che sono originarie proprio del Centro e Sud America).

Dopo un buon sonno ristoratore siamo di nuovo belli arzilli, pronti ad affrontare la seconda tappa del nostro itinerario nello Yucatán. Ci ritroviamo quindi con i nostri temporanei compagni di viaggio, saliamo sul pulmino e partiamo alla volta di nuove avventure!

Leggi tutto...

Venezia, faraoni e boccioli di rosa

post.images.0.alt

Venezia ha fatto parte della mia vita fin da quando ricordo. E’ stato un rapporto complicato il nostro, fatto di amore, litigi, riconciliazioni, partenze e ritorni.

A Venezia nel 1984 ho visto la mia prima mostra, “I Tesori dei Faraoni”, a Palazzo Ducale; nel 1994, al Teatro La Fenice ho visto la mia prima opera lirica, “Orfeo ed Euridice”; e sempre a Venezia è legato il mio più grande rimpianto, l’università mai terminata.

Ripenso spesso a quei frammenti della mia vita. Per tante ragioni non ne ho mai scritto, ma credo che ora sia giunto il momento.

Leggi tutto...

Viaggio in Messico 2014 – Giorno 1: Cancun, Ek Balam, Chichén Itzá e Merida

post.images.0.alt

Siamo arrivati all’aeroporto di Cancun in piena notte, dopo uno scalo tecnico a Cuba.

Io (Andrea) ricordo ancora il donnone dagli occhi crudeli che scrutava il mio passaporto... E l’addetto al controllo bagagli che decideva chi ispezionare in base alla sorte, o forse in base alle sue antipatie personali... Mentre io (Sandra) ricordo che appena si aprirono le porte a vetri dell’uscita venni investita da una folata d’aria bollente, che mi fece pensare con terrore: “Ma se di notte fa così caldo, come sarà di giorno?”.

Leggi tutto...

Cosa fare e vedere a Copenaghen in quattro giorni

post.images.0.alt

Nell’estate del 2015 abbiamo deciso di trascorrere le nostre vacanze in Scandinavia, sulle orme dei vichinghi... Anche se in modo più rilassato e meno bellicoso di Ragnar Loðbrók e Ivar Senz'ossa e abbiamo ideato il nostro itinerario in Scandinavia!

La prima meta della nostra spedizione nordica è stata Copenaghen, la romantica e fiabesca capitale della Danimarca, nella quale abbiamo deciso di sostare per 4 giorni dedicandoci alla visita della città e delle attrazioni facilmente raggiungibili dal centro. Forse non ci sarebbe nemmeno bisogno di dirlo, ma i mezzi pubblici locali si sono dimostrati davvero puntuali e capillari: un'ulteriore conferma della famosa efficienza scandinava.

Leggi tutto...

Messico: itinerario di 9 giorni nello Yucatan

post.images.0.alt

Dopo anni passati a sognare guardando film e documentari sul Messico, e in particolare sui Maya, finalmente nell'agosto 2014 siamo risuciti a partire per la nostra agognata meta centroamericana: la penisola dello Yucatan.

Sicuramente agosto non è la stagione migliore per visitare il Messico; e, sempre sicuramente, i 12 giorni di vacanza di cui potevamo usufruire (che al netto degli spostamenti da e per l'Italia si riducevano a 9) erano troppo pochi per fare un tour come si deve. Però quelli erano il mese e i giorni a nostra disposizione e, lungi dal lamentarci, abbiamo cercato di farne il miglior uso possibile!

Leggi tutto...

Visitare l'Alpe di Siusi: istruzioni per l’uso

post.images.0.alt

Per le nostre vacanze estive 2020 abbiamo pianificato un piccolo road trip nelle Dolomiti, tra Veneto e Trentino-Alto Adige, abbiamo passeggiato tra i vitigni e degustato dell’ottimo Cartizze a Valdobbiadene, visitato un piccolo gioiello nascosto come Feltre, siamo caduti follemente innamorati delle Tre Cime di Lavaredo ma il luogo dove veramente ci siamo concessi il meritato riposo e qualche coccola in più è stata l’Alpe di Siusi.

L’Alpe di Siusi (in tedesco: Seiser Alm) è un altopiano di 52 km² di superficie che si trova nel comune di Castelrotto (Kastelruth), in provincia di Bolzano, all’interno del Parco Naturale Sciliar-Catinaccio. La sua altezza varia dai 1.600 ai 2.300 m ed è il più grande altopiano europeo in cui si pratichi ancora la pastorizia. I principali centri abitati che sorgono nei pressi sono due: Compaccio (Compatsch) e Saltria (che mantiene lo stesso nome in entrambe le lingue). Vista la sua estensione, da qui si possono ammirare splendidi panorami di molte famose vette dolomitiche: Sassolungo, Sassopiatto, Sciliar, gruppo delle Odle e Marmolada, tanto per citarne alcune.

Leggi tutto...

Sunshine Blogger Award 2021

post.images.0.alt

Con sorpresa e piacere annunciamo che Due In Viaggio ha ricevuto una nomination per il Sunshine Blogger Award 2021 da parte di Morena Librizzi - Travel Writer.

Abbiamo conosciuto Morena in modo casuale, tramite una ricerca online, e abbiamo subito apprezzato il suo modo di raccontare e parlare di viaggi. Una certa affinità di gusti nelle scelte delle destinazioni ha fatto sì che diventassimo lettori assidui del suo sito; poi abbiamo conosciuto la persona, gentile e disponibile, così gli scambi di commenti e opinioni su WhatsApp sono divenuti abituali.

Leggi tutto...

Cosa fare e vedere a Oslo in due giorni

post.images.0.alt

Durante il nostro viaggio in Scandinavia nel 2015 abbiamo pensato di raggiungere Oslo, la capitale della Norvegia anticamente chiamata Christiania, in un modo originale e anche un po' romantico: con una traversata notturna in nave partendo da Copenaghen.

Dopo alcuni giorni trascorsi nella fiabesca capitale danese ci siamo imbarcati sul traghetto da crociera della linea DFDS dotato di tutti i comfort: ristoranti, bar, negozi e cabine per tutti i gusti e budget. Non dimenticheremo mai il momento in cui Oslo ci è apparsa dal mare in tutta la sua bellezza, mentre il traghetto procedeva lentamente lungo il fiordo costellato dalla sua quarantina di isole, dalle barche da pesca e della navi da trasporto, dalle quali ci salutavano in tanti.

Leggi tutto...

Scandinavia: itinerario di 12 giorni tra Danimarca e Norvegia

post.images.0.alt

Il nostro viaggio di nozze avrebbe dovuto svolgersi in Norvegia. Da sempre io (Andrea) desideravo visitarla, per ammirare i fiordi e i vasti panorami nordici; ma dopo aver abbozzato un itinerario completo di ben 3 settimane, abbiamo dovuto desistere.

Perché? Perché nulla andava per il verso giusto. Orari e date dei traghetti non combaciavano, il noleggio auto one way in quel periodo costava una follia, i voli e le relative coincidenze avevano orari improponibili... Insomma era come se tutto l'universo ci dicesse: “non andate!”.

Leggi tutto...

Tre Cime di Lavaredo: colpo di fulmine e amore ritrovato

post.images.0.alt

Sulle Tre Cime di Lavaredo è già stato scritto moltissimo, se non tutto, da centinaia di blogger. Cos'altro potrei aggiungere? Anche se, visto l'argomento, può sembrarvi strano io vorrei parlare dell’amore: l'amore a prima vista e l'amore ritrovato, totale e incondizionato, dopo che si pensava di averlo perduto.

Per chi, come me, abita in Valle d’Aosta è molto difficile scegliere destinazioni montane per le proprie vacanze. Siamo nati e viviamo in mezzo a splendide montagne, e il lato negativo di questa condizione è che siamo così abituati a vederle che alla fine non ci stupiscono più. Diventano la nostra normalità.

Leggi tutto...