Issogne: incanto di natale un tè al castello

post.images.0.alt

Cosa si può fare di più magico durante il periodo natalizio, se non prendere un buon tè pomeridiano in un antico maniero ed entrare in un vero incanto di Natale?

Questa esperienza l’ho vissuta a Issogne, nella mia Valle d’Aosta, dove è visitabile uno dei più belli castelli valdostani.

Leggi tutto...

Alsazia: i mercatini di Natale

post.images.0.alt

Sabato 8 dicembre, ore 03,30: suona la sveglia! Mi alzo in uno stato di confusione totale, indosso i vestiti preparati la sera prima basandomi sul fatto che non sarei stata in grado di connettere, mentre Andrea è già sveglio da un po’ e si diverte a vedermi girare per casa come una sonnambula.

Devo fare in fretta perché Leo sta per arrivare a prenderci. Sì, perché questo è un viaggio tra undici intrepidi amici che all’alba partono in direzione dell’Alsazia e dei suoi famosi mercatini di Natale.

Leggi tutto...

Aosta: Marché Vert Noel

post.images.0.alt

Arriva Natale e quindi il momento dei mercatini. Ormai sembra che ogni paese abbia il suo ed alla fine - purtroppo - risultano tutti uguali, ma quello che può fare la differenza è la “location”, lo spazio destinato, e l’allestimento.

Seguendo la nostra “ricetta” abbiamo optato per il Marché Vert Noël di Aosta.

Leggi tutto...

Villa della Porta Bozzolo: Natale in Villa

post.images.0.alt

Il periodo delle feste è il momento dell’anno che si dedica alla famiglia, agli affetti e agli amici lontani che non si vedono da tempo. L’abbinamento ideale è la visita ad una splendida villa patrimonio del FAI addobbata magnificamente in occasione del mercatino di Natale.

La giornata non sembra delle migliori, nubi basse e una leggera pioggia lungo la strada, qualche dubbio, ma poi la decisione: l’importante è vedersi, quindi timone verso Varese.

Leggi tutto...

Santorini: cosa fare in 3 giorni

post.images.0.alt

Sarà capitato anche a voi di sentire il proverbio: “Quando si chiude una porta poi si apre un portone!”. A me e Andrea normalmente no, ma a Creta invece abbiamo sperimentato come un imprevisto negativo possa trasformarsi in qualcosa di positivo. Partiamo dal fatto tragico. Per problemi che ignoriamo, il nostro volo di ritorno non era più disponibile e, essendo in agosto, gli altri voli erano pieni.

Rivedo ancora la scena, eravamo a Rethymno quando è arrivata la telefonata, Andrea faceva la doccia, e dopo un momento di isteria collettiva del tipo “oddio come torniamo a casaaaa?” è arrivata l’idea: abbiamo prolungato le vacanze di tre giorni e prenotato l’aliscafo per Santorini. In fondo bisogna anche seguire quello che la vita ti suggerisce, ma le sorprese non erano ancora finite.

Leggi tutto...

Creta centrale: Zaros, Matala e Festo

post.images.0.alt

Triopetra ed i Notos apartments sono ormai alle nostre spalle, e anche qui lasciamo un pezzettino di cuore. Bando ai sentimentalismi, perché le nostre vacanze ormai volgono al termine e ci muoviamo per l’ultimo spostamento verso l’interno: il paese montano di Zaros.

Percorriamo la strada che dal mare ci porta versol'interno con meno entusiasmo, visto che incontriamo per la prima volta traffico e cittadine non proprio da cartolina, così la sensazione che le vacanze siano davvero finite si fa molto reale. La strada sembra interminabile, in un saliscendi di colline che poi apprezziamo. L`anima che traspare è ribelle e allo stesso tempo rurale.

Leggi tutto...

Creta sud: cosa fare a Triopetra

post.images.0.alt

Lasciamo Chora Sfakion e la sua regione di Sfakia con molta difficoltà, perché in nessun altro luogo ci siamo davvero riposati, e siamo riusciti a staccare la spina grazie alla particolare tranquillità che la caratterizza, ma il viaggio prosegue ed è ora di dirigersi verso la nostra prossima base: Notos.

Percorriamo la costa con una breve sosta per visitare i resti della fortezza veneziana di Frangokastelo, dove si è combattuta una sanguinosa battaglia. La leggenda vuole che il 17 maggio di ogni anno, il giorno dell’anniversario, i fantasmi dei soldati morti si manifestino al suo interno.

Leggi tutto...

Creta sud: cosa fare nella regione di Sfakia

post.images.0.alt

Dopo una lauta colazione carichiamo la macchina, salutiamo Kissamos e partiamo alla volta della costa meridionale di Creta e la regione di Sfakia.

Più precisamente abbiamo scelto come base per i prossimi giorni Chora Sfakion e la strada per arrivarci è davvero spettacolare, da sola varrebbe il viaggio. Torniamo ad Hanià e da qui scendiamo verso sud, attraversiamo le prime montagne che troviamo a Creta e poi il paesaggio totalmente dominato dalle caprette si apre con splendide viste della costa. E’ amore a prima vista!

Leggi tutto...