Besançon: cosa fare in un weekend

post.images.0.alt

Besançon, l’antica Vesontio di cui Giulio Cesare parla nel De Bello Gallico, ora capoluogo della nuova regione Borgogna Franca Contea, si sviluppa lungo le sponde del fiume Doubs, sovrastata dalla Cittadella capolavoro di Vauban, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

La città è cresciuta intorno alla città vecchia, la boucle, è circondata da 7 colli su alcuni dei quali sono ancora visibili antichi forti difensivi ed era famosa per la sua industria dell’orologeria.

Poco conosciuta in Italia, Besançon ci ha sorpresi e conquistati con i suoi maestosi monumenti, gli interessanti musei, una vitalità garantita dalla presenza dell’università della Franca Contea, bei negozi, ottimi ristoranti.

Leggi tutto...

Main Street: entrata a Disneyland Paris

post.images.0.alt

Il primo approccio con Disneyland Paris è il romantico, fiabesco e decisamente costoso Disneyland Hotel, la vera porta d’entrata del parco.

Si scende attraverso un piccolo giardino con fontana e si arriva ai rondelli che danno accesso a Disneyland Paris e alla Main Street, da cui si dipanano i vari regni fantastici e dove si possono incontrare personaggi Disney.

Leggi tutto...

Ornans: itinerario nei luoghi di Courbet

post.images.0.alt

Il nostro viaggio in Franche Comté continua a sorprenderci: dopo aver visitato un’imponente fortezza, la capitale mondiale dell’assenzio, un’antica abbazia ed aver scoperto una repubblica sconosciuta eccoci ora entrare nei “luoghi di Courbet”.

É un itinerario che si snoda nella campagna bisontina, lungo il corso della Loue, viaggiando tra piccoli paesi resi celebri e fermati nel tempo nelle tele di Courbet.

Leggi tutto...

Disney Village Paris: l'accesso alla magia

post.images.0.alt

Se come noi deciderete di pernottare in uno degli hotel Disney e di arrivare a piedi ai parchi la prima cosa che incontrerete sulla vostra strada è il Disney Village che è l'accesso alla magia, un susseguirsi di negozi e locali accessibile a tutti, a prescindere che si abbia o no un biglietto per i parchi o che si voglia effettivamente entrarvi.

Ha orari prolungati ed è il luogo ideale dove proseguire la serata facendo acquisti, bevendo qualcosa, assistendo ad uno spettacolo, a un concerto dal vivo o semplicemente passeggiando perché nel periodo natalizio è tutto una luce e una decorazione.

Leggi tutto...

Disneyland Paris vacanza anche per adulti

post.images.0.alt

Organizzare una breve vacanza in coppia a Disneyland Paris, in inverno, a gennaio subito dopo Capodanno, può sembrare una scelta insolita, ma si è rivelato il miglior modo per iniziare un nuovo anno con leggerezza e tanta magia.

Si legge ovunque che il parco di Disneyland Paris è molto costoso e che offre un genere di intrattenimento rivolto a bambini o comunque a famiglie. Noi, in questa breve guida, vi racconteremo come siamo riusciti ad organizzare una vacanza senza spendere una follia, senza farci mancare nulla, senza dimenticare un po’ di romanticismo e concedendoci anche il lusso di tornare bambini per qualche giorno.

Leggi tutto...

Pontarlier: assenzio e distillerie

post.images.0.alt
Nel nostro viaggio on the road in Francia e nella Franche Comté arriviamo a Pontarlier, capoluogo dell’Alto Doubs. Ha una storia antica, ma nulla rimane ai giorni nostri della romana Ariolica, del castello medievale o delle mura e la sua fortuna recente è stata legata a quella della fata verde: l’assenzio.

Leggi tutto...

Castello di Joux: la porta d’accesso della Franche Comté

post.images.0.alt

Un viaggio in macchina, un piccolo on the road fai da te nella campagna francese, alla scoperta di zone poco note che ci hanno riservato molte belle sorprese piene di storia, di tradizioni, di carattere e con una ricchezza enogastronomica insospettata.

Dalla nostra Valle d’Aosta puntiamo ad arrivare in Francia passando per la Svizzera. Dopo pochi chilometri in suolo francese ci si imbatte subito nel maestoso Chateau de Joux, porta d’accesso alle dolci colline francesi e per secoli posto a difesa di un importante crocevia internazionale.

Leggi tutto...

Parigi: itinerario a Montmartre

post.images.0.alt

Dopo aver visitato il centro con il Louvre e l'ile de la cité, dove è nata Parigi, attorno alla quale si è sviluppata la città, dedichiamo il nostro ultimo giorno alla visita di Montmartre, ad una villa che mostra le sue bellezze solo ai più attenti e all’incontro con un fantasma.

Terminata la doverosa colazione - sempre importante, ma basilare per un visitatore instancabile -, ci dirigiamo a Montmartre per fare una bella passeggiata guidati virtualmente da Giulia di Spinning the globe, un blog che amiamo, dove non si leggono mai banalità, ma solo bellezza ed eleganza.

Leggi tutto...

Parigi: itinerario ile de la cité e Notre Dame

post.images.0.alt

Le cose non vanno mai come credi e può capitare di svegliarti a Parigi la seconda mattina e stare male da morire: guai a pensare di bere un goccio d’acqua, non parliamo di mangiare, di prendere medicine - che preventivamente ti eri portata -, ma senza ottenerne nessun beneficio, di avere davanti una giornata densamente programmata e soprattutto un compagno di viaggio preoccupato.

Cosa fai? Ti dopi di medicine, ti avvolgi nella tua sciarpa preferita, ti metti il tuo berrettino rosa che fa pandant, incroci le dita ed esci dall’hotel, senza colazione, direzione metrò.

Leggi tutto...