Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Bellecombe: la Maison de Chantal

post.images.0.alt

Chantal a prima vista sembra una bambina, ci ha accolti con un grande sorriso gentile, due occhietti verdi intelligenti e una nuvola di capelli biondi arruffati. Stava piantando fiori in giardino, così si toglie i guanti da lavoro per stringerci la mano, una stretta forte, sicura, vera, proprio come lei.

Anni fa, insieme al marito Xavier, ha deciso di sistemare alcune vecchie case di famiglia aprendo la "Maison de Chantal" a Bellecombe, piccola frazione di Châtillon – Valle d’Aosta, nei pressi del castello di Ussel, ridando così anche un po’ di vita al villaggio.

Leggi tutto...

Grosjean Vins: TraMonti DiVini

post.images.0.alt

Come festeggiare un anniversario di matrimonio in modo originale? Con una cena degustazione in vigna organizzata dalle cantine Grosjean Vins all’interno della seconda edizione di TraMonti DiVini, con una esperienza verticale di assaggi dei Cru Rovettaz.

Ritrovo in Valle d’Aosta, presso la sede delle cantine in frazione Ollignan di Quart alle 18,30. Si inizia con aperitivo in cantina ed iniziamo a conoscere i vini Grosjean con un Cuveeottantanove, vino bianco frizzante col fondo, accompagnato da alcuni assaggini e ci aggiriamo tra le botti ascoltando la musica sofisticata del trio Radiocorriere Swing.

Leggi tutto...

Forte di Bard: Napoleonica

post.images.0.alt

La storia vuole che, nel maggio del 1.800, Napoleone Bonaparte nella sua discesa in Italia per la seconda campagna italiana oltrepassò le Alpi al passo del Gran San Bernardo, discese tutta la Valle d’Aosta, superò l’opposizione delle truppe del Forte di Bard che si arresero, con l’onore delle armi, dopo un assedio durato due settimane e giunse alla pianura padana e allo scontro di Marengo.

Una curiosità storica: di questa armata faceva parte anche lo scrittore Stendhal (allora diciassettenne) che citerà l’evento in uno dei suoi scritti come di un fatto che l’aveva colpito enormemente.

Leggi tutto...

Ferrara: castello estense e Boldini

post.images.0.alt

Ci sono luoghi con cui hai dei conti in sospeso e per me, Sandra, uno di questi luoghi è Ferrara. Gita di terza superiore: Mantova, Ferrara e Ravenna. Ricordo ancora quella mattina davanti all’entrata del castello estense: chiuso! Ebbene sì, i nostri professori erano riusciti ad azzeccare il giorno di chiusura. Sono passati… ehm… sorvoliamo sul numero degli anni, ma grazie ad Andrea e al suo regalo di compleanno sono finalmente riuscita ad entrare nel castello.

Una toccata e fuga nella bella città degli estensi insieme a due amiche, partiti di sabato mattina e rientrati la domenica sera, ottimizzando i tempi facendo la MyFe, la carta turistica che permette di entrare in tutti i musei cittadini tranne il Palazzo dei Diamanti, prenotando le visite grazie anche ai validi suggerimenti di Sara e il suo blog "Cappellacci a Merenda" vero amore per Ferrara.

Leggi tutto...